BOOKING ONLINE

Data di arrivo
Data di partenza
Adulti

Val di Fiemme: storia, tradizioni e musei

Fino dagli anni trenta la località di Stava, grazie alla sua posizione privilegiata a due passi dal centro abitato ma nel contempo immersa in un’oasi di pace e serenità, ospita gli alberghi più importanti del comune di Tesero in Trentino.

La tragedia del 1985 ha cancellato completamente abitazioni e alberghi, tra cui la costruzione originaria dell’Hotel Erica. Ma grazie alla caparbietà e al coraggio degli albergatori, in pochi anni Stava è rinata a nuova vita tornando ad essere rapidamente il principale riferimento per la ricettività alberghiera di Tesero e una delle mete preferite per le vacanze nelle Dolomiti e in Val di Fiemme.

Durante una vacanza in Val di Fiemme puoi far parte della storia e delle tradizioni che grazie all’impegno comune si mantengono vive e vengono costantemente tramandate alle nuove generazioni.  In autunno per esempio in concomitanza con il ritorno degli animali dagli alpeggi estivi si organizzano importanti manifestazioni legate al nostro territorio, come ad esempio la Desmontegada dele Caore a Cavalese o la Desmontega di Predazzo.

Sono occasioni speciali anche per apprezzare i prodotti gastronomici di eccellenza come il Formaggio Caprino della Val di Fiemme, il Puzzone di Moena, lo Speck, la Birra di Fiemme, il miele prodotto dagli apicoltori locali o i vini della vicina Valle di Cembra tra cui l’eccellente Müller Thurgau.

Durante le festività natalizie puoi visitare i Presepi di Tesero realizzati dai nostri maestri artigiani negli angoli più suggestivi del centro storico. Una tradizione che si ripete anno dopo anno suscitando l’ammirazione di migliaia di visitatori.

Da non perdere in Val di Fiemme:

Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme a Cavalese

A pochi km dall’Hotel Erica nel centro storico di Cavalese, si trova l’edificio artisticamente più importante della Val di Fiemme, il Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme. L’edificio di origine rinascimentale nacque come sede temporanea per il vicario del principe vescovo di Trento e la recente ristrutturazione ha ridato splendore alle sue stanze affrescate che ospitano la Pinacoteca. Oltre agli stupendi dipinti il palazzo ospita periodicamente interessanti mostre e settimanalmente viene organizzata una visita teatralizzata di grande impatto.

Centro d’arte contemporanea a Cavalese

Dal 2008 le sale del Museo, site nello storico Palazzo Firmian a Cavalese, ospitano importanti mostre ed eventi culturali. Il museo ospita collettive e personali temporanee dedicate ad artisti e correnti dell’arte visiva moderna e contemporanea e promuove inoltre un’importante attività didattica dedicata a bambini e ragazzi e dei laboratori per adulti e che approfondisce le tematiche delle mostre presentate.

Museo geologico delle Dolomiti a Predazzo

È il museo specializzato nella geologia delle Dolomiti (dal 26 giugno 2009 parte del prestigioso elenco del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO) in particolare delle Valli di Fiemme e Fassa ed è la sede territoriale del Museo delle Scienze di Trento. Tra le attività sono previste visite guidate gratuite, laboratori per giovani e bambini, proiezioni video e documentari, escursioni e un ciclo di incontri con esperti geologi per conoscere storia e curiosità sulle Dolomiti.

Da non perdere in Trentino Alto Adige:

Il Muse a Trento

Il museo ‘firmato’ da Renzo Piano è stato negli ultimi anni uno dei più visitati in Italia ed in Europa.

Dai cambiamenti climatici ai segreti del DNA, dai primi uomini alle sfide della sostenibilità, dalle montagne alle foreste tropicali. Lo spettacolare museo realizzato dove un tempo sorgeva un’area industriale affascina con informazioni efficaci ed ‘effetti speciali’. Qui si possono vivere le stesse emozioni di una scalata sulle pareti dolomitiche o di una discesa libera con gli sci.

Il Mart a Rovereto

La sede principale del Mart è incastonata tra due palazzi settecenteschi, in un edificio creato dall’architetto svizzero Mario Botta con la collaborazione dell’ingegnere roveretano Giulio Andreolli. La collezione permanente del Mart include oltre 15.000 opere: dipinti, disegni, incisioni e sculture, con nuclei importanti soprattutto per quanto riguarda le avanguardie del Novecento. Presenti molte opere di Giorgio Morandi, di Giorgio de Chirico, di Carlo Carrà e del futurista roveretano Fortunato Depero. Al Mart sono inoltre conservate la Collezione Giovanardi.

Ötzi – Bolzano

L’Uomo venuto dal ghiaccio (Ötzi), con gli oggetti che lo accompagnano, inserito nel contesto storico, costituisce il complesso espositivo centrale del Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano. Modelli, ricostruzioni, immagini stereoscopiche, video e stazioni multimediali interattive permettono di dare uno sguardo al più remoto passato del versante meridionale della catena alpina.